Friday, 16 May 2014

Tè verde darjeeling in foglie (tea)

Only in italian, sorry!

Finalmente, come più volte mi ero ripromessa, ho provato il tè non più in bustine, bensì in foglie! E devo dire che fin dal primo assaggio si è dimostrata un'esperienza senza dubbio da ripetere!!!
Ma andiamo con ordine, e partiamo innanzi tutto dal tipo di tè. Avrei voluto iniziare la mia esperienza in foglie col tè nero, ma non c'era, così mi sono accontentata del verde.
Il tè Darjeeling verde si ottiene dalle foglioline appena colte e non fermentate. Le sue qualità rinvigorenti e l'elevato contenuto di antiossidanti lo rendono ideale per rilassare i sensi e la mente.

Il colore dovrebbe essere giallo paglierino, ma come si può vedere dalla foto a me è venuto più scuro. Forse perché... ehm... il tè era un po' vecchiotto? ;) Uffa, io volevo nascondere questa cosa, ma ora mi tocca confessarlo: ho preso questo tè in foglie sono perché l'ho avuto gratis, visto che era scaduto! :) Però era veramente buonissimo, quindi, mi son detta: e quanto deve essere buono allora preparato come si deve, con un prodotto nuovo e ben conservato?!?

A proposito di preparare come si deve, ho trovato sulla confezione, sotto al dicitura "modalità d'uso", un semplice consiglio a cui non avevo mai pensato: portare l'acqua a bollore, e poi lasciarla raffreddare per 30 secondi prima di versare in tazza. Sembrerà una sciocchezza, ma quel mezzo minuto dice tanto!!! :D
Invece di metterlo direttamente in acqua, però, ho usato un infusore che comprai anni fa, e usai pochissimo. Ricordo che lo trovavo molto scomodo, e proprio non riesco a capire perché, visto che stavolta è andata a meraviglia! :)

Vorrei spendere due paroline anche sulla provenienza di questo tè, perché, come praticamente tutti i miei tè, è del Commercio Equo e Solidale, e quindi ha una sua storia particolare.

Il tè Darjeeling proviene, ovviamente, dall'omonima zona dell'India (Bengala Occidentale), a sud dell'Himalaya. Nel Darjeeling, la culla del tè indiano, c’è una piantagione che è anche un laboratorio di sviluppo comunitario e protezione dell’ambiente: Ambootia.
Ambootia è stata creata dagli inglesi nel 1861. Una volta ritornata all'India, è diventata una compagnia privata che dal 1994 ha scelto la strada della coltivazione biologica e della certificazione fair trade. Oggi Ambootia continua la storica produzione di tè di qualità, trasformando il modello coloniale della piantagione in una realtà ecologica, socialmente responsabile e autonoma caratterizzata dal rispetto dei lavoratori e dell’ambiente.
La piantagione è situata a 1.500 metri di quota sulle pendici dell’Himalaya: 1.000 ettari totali, dei quali 350 a tè e gli altri coperti di campi, boschi, prati.

I profitti generati dal commercio equo (incluso il premio fair trade) sono utilizzati su decisione condivisa della direzione e di rappresentanti dei lavoratori. Le aree di impiego includono ambiente (riforestazione, piccola agricoltura familiare), comunità (scuola, sport), sostenibilità (in agricoltura), salute (cure, pediatria, maternità, medicinali), strutture (per la collettività e i lavoratori). L’obiettivo generale di questi programmi è quello di rendere la piantagione un ambiente autonomo, sostenibile e confortevole, dove i lavoratori possano vivere dignitosamente.
Della serie: io mi sto gustando un buon tè, ma contemporaneamente guarda grazie a me quante belle cose possono succedere! Poteri del Commercio Equo! :D

Tornando al mio assaggio, l'unica cosa che possono dire è che mi dispiace aver aspettato tutto questo tempo per provare il tè in foglie! Anche se il verde non è il mio preferito, ho proprio gustato questa tazza, e devo veramente dare ragione a chi diceva che una volta provato il tè in foglie, quello in bustina risulterà deludente!
Ora il mio prossimo obiettivo è il tè in foglie intere!

Vi lascio con una frase a tema:
Chiunque abbia usato la confortante frase “una buona tazza di tè” si riferisce invariabilmente al tè indiano.
George Orwell

Infos

Formato: in foglie
Tipo: tè verde
Grado: GTGBOP (Green Tippy Golden Broken Orange Pekoe)
Provenienza: India, Bengala Occidentale, regione del Darjeeling
Marca: Altromercato
Dove si può comprare? In una qualsiasi Bottega del Mondo

No comments:

Post a Comment

Thanks for commenting!

The Lady Astronaut of Mars [#books #review]

by Mary Robinette Kowal We didn't get enough light here for most humans. But the stars... When you could see them, the stars were g...